Un video al giorno! oppure no?

Veniamo bombardati da questo mantra di pubblicare un contenuto al giorno, Montemagno ci dice di pubblicare un video al giorno, altri di tartassare di post, live e mail i nostri utenti, in alcuni casi ho sentito dire addirittura che la nostra concorrenza sui social sono i gattini e le foto dei culi e quindi bisogna spammare fuori target.

Lasciamo perdere però questi ultimi se no non ne usciamo vivi e restiamo sul video al giorno.

Partiamo quindi da dei fatti concreti e da dei casi studio ed analizziamo questo concetto.

Un punto saldo è che per Facebook, youtube, instagram e gli altri social, i tuoi contenuti sono la linfa vitale, quindi partiamo dal concetto che in un mondo perfetto più pubblichi e meglio è.

E quindi? finita? hanno ragione loro?

No. semplicemente mancano delle variabili secondo me.

Che tipo di video vuoi realizzare?

Partiamo dai contenuti, pubblicare un video al giorno anche immaginando di avere il tempo per poterlo fare, implica il fatto che tu produca SOLO contenuti che necessitano al massimo di 1 giorno di realizzazione, riducendo di molto il ventaglio di possibilità in termini di idee.

Hai 365 cose utili da dire ogni anno?

Secondo punto, sempre sui contenuti, fare un video al giorno vuol dire avere qualcosa da dire di utile tutti i giorni, e non per un mese, perchè uno i video li dovrebbe fare sempre.

E qui ci colleghiamo anche ad un fattore relativo all’algoritmo dei social, se è vero infatti che pubblicare ogni giorno indurrebbe facebook, ad esempio, a premiarci con una buona reach, è anche vero che non avendo grandi argomenti in tutti i video rischiamo di fare video inutili che floppano clamorosamente, facendo cambiare idea a facebook e tagliando la reach, perchè ricordiamo che facebook spinge chi posta roba che gli fa fare bella figura, non tutti.

Cannibalizzazione dei contenuti

Inoltre c’è un altro rischio, ovvero della cannibalizzazione dei contenuti, Se un contenuto va bene infatti la diffusione dura più di un giorno, magari 2 o addirittura 3 con l’aiuto di qualche condivisione, cosa che in presenza di un nuovo post viene troncata per mostrare quello.

Questa non è una cosa confermata al 100% ma ho fatto vari test e l’ho notata spesso.

Cosa fanno i big?

Se poi passiamo poi ad analizzare ad analizzare quello che fanno i grossi creators, notiamo come ce ne siano di grandi, come appunto Montemagno, o come Andrea Galeazzi che pubblicano con costanza ed un ritmo molto alto, ma attenzione anche con una qualità media altissima e con un format che gli permette quei ritmi!

Allo stesso tempo però ce ne sono altri che pubblicano molto meno ma mantengono una reach altissima, mi viene in mente Yotobi, uno youtuber che fa un late show che pubblica un video ogni 2 o 3 settimane ma che con OGNI video finisce in tendenza!

Perchè fai video?

Infine vorrei fare un discorso più etico e di buon senso, i contenuti andrebbero creati e condivisi perchè si ha qualcosa da dire, non perchè abbiamo un calendario editoriale da riempire e non trasformarsi in una gara a chi rompe di più i coglioni.

Nuova regola

Chiuderei quindi provando a riformulare la regola del video al giorno così:

Bisogna pubblicare il maggior numero di video o contenuti possibile tale da:

  1. consentirti di creare esattamente i contenuti che hai in testa
  2. che ti permetta di tenere una qualità per cui valga la pena vedere i tuoi video o leggere i tuoi post
  3. che ti permetta di non dover andare troppo fuori target per mancanza di idee

Bene direi che con questo ho detto tutto

Se hai dubbi, domande, vuoi approfondire l’argomento o vuoi una mano con i tuoi video contattami che ne parliamo!

Piaciuto l'articolo? Condividilo!

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email

Altri articoli che potrebbero interessarti