MENU
Il vocabolario del webmarketing

Haters

Significato di haters

Gli haters, letteralmente odiatori, sono utenti che diffamano e disprezzano qualunque cosa sul web e sui social network non sia allineata al loro pensiero.

Da dove nasce l’odio degli haters

Chi sono gli haters in italia? Come si origina il risentimento? Gli haters criticano categorie di persone, tipologie di lavori, concetti e temi. L’odio scaturisce da gelosia, invidia e senso di mediocrità.

C’è un punto da chiarire: gli odiatori non desiderano sostituirsi alla persona che criticano o ambire a quello che ha. L'obiettivo è denigrare chi non ha il loro stesso modo di intendere la realtà in quanto si ritengono unici portatori della verità.

Dove si muovono gli haters

Questo fenomeno si è diffuso prima sul web, dove gli haters attaccano anche in forma anonima, poi ha raggiunto il culmine sui social network.

Qui le persone possono esprimere ciò che pensano e dileggiare chi incontra il loro dissenso usando nome e cognome.

L’assenza di privacy, nella maggior parte dei casi, non ha frenato critiche e persecuzioni. Anzi, la libertà di espressione è stata scambiata per anarchia.

Per approfondire dai un'occhiata all'articolo: chi sono gli haters e come gestirli

Esempi di haters: il caso di Caterina Simonsen

Esempi di haters in Italia? Come dimenticare gli attacchi di cui è stata vittima Caterina Simonsen, autrice del libro “Respiro dopo respiro” in cui ha raccontato la sua vita attaccata a un respiratore a causa di una malattia genetica rara e incurabile.

La sua colpa? Aver scritto su Facebook di essere ancora viva grazie alla sperimentazione su cavie animali.

Risultato? Gli animalisti le hanno augurato di morire. Le pagine di Weird dedicate alla vicenda Simonsen approfondiscono l’hate speech da cui è stata colpita e le conseguenze che sono derivate.

Come gestire gli haters

Come difendersi dagli haters che invadono la tua bacheca Facebook o la sezione commenti del blog? Ecco qualche consiglio per sapere come comportarsi di fronte alle critiche.

Riuscire a moderare in maniera intelligente chi mostra disprezzo ti permette di rafforzare la reputazione agli occhi della tua audience. Ma non solo.

Aiuta ad aumentare conversioni e follower. Inoltre, se le critiche sono frequenti possono rappresentare un campanello d’allarme e quindi una base di partenza per migliorare la propria strategia di comunicazione.