MENU
Il vocabolario del webmarketing

Business plan

Cos’è il business plan

Il business plan è un documento che descrive un progetto imprenditoriale. È uno strumento di gestione e pianificazione dell’azienda e contiene l’idea di business, obiettivi a medio e lungo termine, strategie, vendite e previsioni finanziarie.

A cosa serve un business plan?

Il business plan è sinonimo di affidabilità, identità e trasparenza: è un punto di contatto tra azienda e banche. Ma non solo. Questo documento fa luce sui punti di forza e debolezza dell’organizzazione individuando le criticità e i giusti strumenti per risolverle.

Le parti che compongono un business plan

Dopo aver chiarito cos’è il business plan, occorre precisare che non è un documento statico. Anzi, può cambiare nel corso del tempo in base ad eventi interni ed esterni all’impresa e alle esigenze. D’altro canto, la durata di questo documento operativo e finanziario è abbastanza lunga. Parte da 12 mesi successivi, programmando poi, a grandi linee, i successivi 3 anni. L’obiettivo è elaborare scenari e sapere cosa potrebbe accadere nel medio periodo.

Adesso vediamo da quali parti è formato.

Parte descrittiva: in questo spazio vengono descritti e analizzati il progetto imprenditoriale, i prodotti, il mercato di riferimento, le risorse necessarie per avviare l’attività, la fattibilità dell’idea in relazione all’ambiente esterno e interno.

Parte numerica: in questa sezione, invece, si parla di cifre. Leggerai le proiezioni della business idea contenuta nella parte descrittiva. Analizzerai piano economico, finanziario, situazione patrimoniale e investimenti utili da fare per dar vita al progetto.

Elementi del business plan

Lo scopo del business plan può mutare ma la struttura del documento si compone di elementi ricorrenti:

Perché fare un business plan

Quali sono i vantaggi nella redazione di un business plan aziendale? Questa sorta di vademecum offre una visone olistica e sistemica del progetto imprenditoriale e contribuisce a delineare strategie intenzionali. C’è dell’altro: il documento permette di avere sempre chiari gli obiettivi di business, le ipotesi migliori da scegliere e le priorità a cui dedicarsi.

Infine, scrivere un business plan consente di tenere traccia anche di date, scadenze, operazioni delegate e risultati. Senza dimenticare che, se decidi di usare questa guida strutturata, hai maggiori possibilità di incrementare la crescita aziendale del 30%. A confermarlo le pagine di Journal of Business Venturing.